Ordine Assistenti Sociali Piemonte

CNOAS – comunicato stampa 23 giugno 14 – Riforma del Terzo settore: garanzie e opportunità per il Paese

Comunicato stampa del 23 giugno 2014

Riforma del Terzo settore: garanzie e opportunità per il Paese

Il Consiglio nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali, nel condividere il processo di riforma avviato dal Governo, ha inviato le sue considerazioni sulla riforma del Terzo settore, sottolineando che “ogni sforzo che miri a rafforzare la partecipazione dei cittadini e una governance condivisa trova pieno supporto da parte del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Assistenti sociali.”

“E’ opportuno – si legge nel documento del Cnoas – che rimanga un ruolo di garanzia dell’Ente pubblico rispetto alle differenti visioni d’intervento e di culture associative (laiche e religiose) per tutelare in ogni modo i diritti di chi chiede sostegno.”

Nello specifico il Cnoas condivide la volontà espressa nelle Linee guida di intervenire in merito a:

a) disciplina tributaria (regime unico per chi opera nel settore, introduzione di ulteriori deduzioni e detrazioni, IVA al 4% per tutti i professionisti).

b) fare ordine tra le tipologie di organizzazione (impedire l’elusione fiscale utilizzando lo scopo di utilità sociale).

c) Favorevoli all’authority (non solo con azione di controllo, ma in grado di definire criteri di trasparenza e regole condivise).

d) Contratti nazionali (riconoscimento per chi ci lavora di dignità, professionalità e formazione).

e) Accreditamento ed autorizzazione (serve un quadro omogeneo di regole minime in tutte le regioni).

f) Sussidiarietà (impedire l’esternalizzazione di servizi al massimo ribasso, garantire le professionalità, non abbandonare la via dell’integrazione tra servizi pubblici e privati).

g) Disciplina sperimentale del voucher universale (più riconoscimento della persona e meno assistenzialismo).

h) Favorevoli al Servizio civile universale, aperto anche agli immigrati (garantire che non ci siano sistemi di camuffamento di apprendistato, del lavoro precario e dei tirocini professionali).

Per completezza si allega il documento integrale del Cnoas inviato al Governo.

http://www.cnoas.it/cgi-bin/cnoas/out.pdf?i=UUWUNUFUPUVUKUQUDNHFAP&e=.pdf&t=comunicati

 

Ultimo aggiornamento: 24-06-2014 17:04:40