Ordine Assistenti Sociali Piemonte

Newsletter n. 2 dell’11 febbraio 2013

NEWSLETTER – Ordine degli Assistenti Sociali del Piemonte

Se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca QUI
LE TOP NEWS DI FEBBRAIO    Sintesi delle notizie principali Newsletter n. 2/2013- 

 

 

notizie
L’ORDINE INFORMA

Prorogata al 31 marzo la scadenza quota annuale 2013

Informiamo gli iscritti all’Albo del Piemonte che è prorogata al 31 marzo 2013 la scadenza della quota annuale al fine di evitare problemi derivanti dal tardivo recapito dei bollettini MAV da parte del servizio postale.

Qualora non pervenisse in tempo utile, all’indirizzo da noi conosciuto, il bollettino premarcato, riportiamo le coordinate bancarie per effettuare il versamento:

  • cod.IBAN IT86 A 05696 01000 000002311X91
  • Intestato all’Ordine degli Assistenti Sociali Piemonte
  • causale quota anno 2013 (nome e cognome dell’interessato)
  • Importo € 127.00 (salvo eventuali ritardi di pagamento precedenti all’anno di riferimento)

VAI ALLA NOTIZIA

Studio sulle opinioni degli assistenti sociali in Italia relativamente a condizioni di lavoro professionale, servizio sociale, povertà e disoccupazione

L’Ordine Nazionale in collaborazione con l’Università di Genova, l’Università di Lund (Svezia), e l’Università di Helsinki (Finlandia) partecipa ad una ricerca transnazionale riguardante le opinioni dei professionisti assistenti sociali in merito a condizione di lavoro, welfare, povertà e disoccupazione. Lo studio è stato elaborato per conoscere le opinioni dei professionisti che lavorano nel sociale in merito a specifiche tematiche: il lavoro, il sistema di welfare, la povertà e la disoccupazione. Inoltre consente la raccolta di una serie di dati più generali che possono essere utili a mantenere aggiornata la lettura delle informazioni sulla professione  dell’assistente sociale in Italia. In Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia sono già stati coinvolti più di 5.500 social workers. Nel nostro Paese la ricerca consentirà di rilevare il pensiero della professione in questa complessa fase socio-economica e di confrontarlo con le posizioni espresse dai colleghi degli altri paesi.

Per richieste o approfondimenti scrivere a: roberto.scaramuzzino@soch.lu.se e a silvana.mordeglia@unige.it

VAI ALLA NOTIZIA

I servizi sociali del cuneese scendono in piazza

Sabato 2 febbraio a Cuneo, il silenzioso popolo del sociale ha alzato la voce per farsi sentire da quella politica che sembra portare avanti priorità diverse dai diritti sociali. In 2000 sono scesi in piazza convinti di riuscire a recuperare in tempi brevi da Regione ed ASL ben 39 milioni, alcuni dei quali sono attesi da più di 400 giorni. Il corteo si è dato appuntamento davanti al Duomo.

Nei cartelloni issati alcuni slogan d’impatto, come “Hanno perso tutto, aiutiamoli!”, “Liquidateci tutti”, “Beati gli ultimi quando saranno i primi”. Durante la sfilata ci siamo imbattuti in Carla Cravero, dell’Eta Beta di Savigliano, la quale ci ha espresso le sue impressioni: «Siamo in tanti e molto carichi. Speriamo che questo momento di piazza possa servire a sensibilizzare la popolazione verso quei problemi che sembrano riguardare pochi, ma che invece riguardano tutti». I manifestanti hanno percorso via Roma per dirigersi in piazzetta Audiffredi, dove sul palco si sono alternati i testimoni della crisi davanti ad uno schieramento di 50 sindaci. «Noi ci siamo – ha affermato Ivana Borsotto, presidente del Consorzio Monviso Solidale – e siamo le case di riposo, gli enti gestori, le cooperative, i sindacati, gli amministratori, gli assessori, i cittadini che credono che i diritti sociali previsti dalla Costituzione si possano realizzare». La situazione è grave: molti lavoratori non ricevono più lo stipendio, le case di riposo non riescono a tenere il riscaldamento acceso, i servizi erogati dalla cooperative rischiano di chiudere. «Il reale pericolo – ha concluso Borsotto – è l’azzeramento dei servizi sociali del cuneese. Dobbiamo essere consci del fatto che se perdiamo i servizi sociali, li perdiamo per sempre». Mentre le esperienze dei famigliari si susseguivano sul palco, il Prefetto Patrizia Impresa riceveva una delegazione con al telefono in vivavoce l’assessore regionale alla Sanità Paolo Monferino. Verso le 11, una cospicua parte dei manifestanti si è avviata in corso Brunet, dove nella sede provinciale della Lega Nord il presidente Roberto Cota stava presentando i candidati alle elezioni politiche. Se da un lato la manifestazione appariva più composta ed ordinata, sotto la sede del partito le persone comunicavano il loro disappunto con più rabbia. Il sit-in non autorizzato ha coinvolto centinaia di persone che si sono unite al canto dell’inno d’Italia e al grido: «Vergogna». Alle 12 circa, il sindaco di Cuneo Borgna ha reso noto quanto detto dal Prefetto e dall’assessore Monferino. «Il Prefetto – ha asserito Borgna – è seriamente preoccupato e farà di tutto affinché  la situazione rientri nella normalità. L’assessore Monferino si è impegnato a convocare entro inizio settimana un tavolo di crisi per affrontare il problema. Per quanto concerne l’ASL, nel 2013 ci sarà un riequilibrio tra entrate ed uscite e risorse aggiuntive per quelle realtà maggiormente colpite dalla stretta finanziaria». I promotori, però, non si fidano delle parole e sul palco hanno dichiarato: «Vogliamo vedere i fatti!». Ed intanto che piazza Audiffredi si svuotava, i manifestanti in corso Brunet aspettavano che una piccola delegazione venisse ricevuta anche da Cota per avere ulteriori garanzie. Decine di persone si sono sedute per bloccare il passaggio secondario, in modo che il presidente non riuscisse ad andarsene inosservato. Alle 12.30 circa, Roberto Cota ha accolto Erio Ambrosino, Maurizio Bergia, Gabriele Gilardi, Emiliana Arione, Giuseppe Tassone e Ellade Peller. «Pagheremo!», ha confermato Cota.

Lunedì 4, gli organizzatori hanno diffuso un comunicato stampa, nel quale si dicono soddisfatti degli accordi raggiunti, ma confermano di voler proseguire la battaglia intrapresa e presidiare sull’operato della Regione. «Il Comitato Promotore – compare scritto nella nota – incalzerà i vertici regionali in modo che le promesse espresse siano mantenute: nei primi giorni di questa settimana sarà definita con l’Assessore Monferino la data del primo incontro del tavolo di crisi. Lo spirito costruttivo della manifestazione ha aperto una fase di dialogo positiva che fa ben sperare rispetto alla possibilità di pervenire a soluzione condivise che evitino il rischio del collasso del sistema dei servizi sociali della nostra provincia».

QUI DI SEGUITO UNA PICCOLA RASSEGNA STAMPA

LaStampa.it

LaStampa.it_2

Targatocn.it

La cronostoria on twitter:

@Francesca_Long

Cota ha accettato di ascoltare una delegazione #welfarecuneo

 ‏@Francesca_Long

Folla di manifestanti al grido VERGOGNA attende Cota 

#welfarecuneo http://instagr.am/p/VOhABeRsqn/ 

 ‏@Francesca_Long

“Pagate il nostro lavoro” A.S. Cooperativa Valdocco – Alessia Garelli

@Francesca_Long

“Se perdiamo i servizi sociali, lì perdiamo per sempre” Borsotto -consorzio monviso solidale #welfarecuneo

In Campania, circa 300 assistenti sociali sono interessati all’insegnamento

L’Ordine degli Assistenti Sociali della Campania, insieme all’Ordine degli Assistenti Sociali di Toscana e Sicilia, si rivolge all’Ordine Nazionale.

Gentile Presidente,
si fa presente con enorme stupore e disappunto che a distanza di mesi dalla segnalazione della tematica in oggetto (come risulta agli atti, almeno tre CROAS – Campania, Sicilia, Toscana –), la Commissione in indirizzo non ha, probabilmente, studiato a fondo la materia di cui trattasi per dare risposta ai CROAS e segnalare alla S.S. di intervenire con sollecitudine presso il MIUR per rappresentare la necessità di modificare le classi di concorso per consentire agli Assistenti Sociali l’accesso almeno nella classe 36 A.
E’ noto che il Ministro sta rivedendo il nuovo regolamento, pertanto, si chiede di intervenire in tempi brevi, augurandoci che il Governo si impegni ad operare nel pieno rispetto dei diritti di tutte le classi di concorso. In Campania, sono circa trecento Assistenti Sociali, con laurea magistrale, che sono interessati all’insegnamento, una delegazione di AA.SS. è stata ricevuta/ascoltata dalla Scrivente che ha disposto la consulenza legale e suggerito di rivolgersi anche alle OO.SS. di settore per una consulenza.
Inoltre, si rappresenta che alla Scrivente è pervenuta solo la risposta in merito al TFA, ma non è mai pervenuto alcun verbale/report dell’attività svolta dalla Commissione in indirizzo.
Si precisa che si procederà a contattare il MIUR.

NOTIZIE DAL WEB

Nuovo Isee, il Governo svela le carte. Vita.it

Il nuovo Isee molto probabilmente non ci sarà, ma adesso sappiamo con certezza come avrebbe dovuto essere. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sceglie di presentare il testo originario del decreto sul nuovo Isee, così come lo aveva inviato alla Corte Costituzionale e alla Conferenza Unificata, corredato da relazione illustrativa.

Lo «offre alla riflessione pubblica» come «strumento conoscitivo», senza alcun valore normativo», poiché – dice Raffaele Tangorra, direttore generale per l’inclusione e le politiche sociali nella prefazione al Rapporto Isee 2012 – «alla data in cui scriviamo (4 febbraio 2013, ndr) non è ancora chiaro se tale deliberazione sarà adottata visto l’approssimarsi della scadenza elettorale». Più no che sì, parrebbe in realtà il ministero sul sito scrive infatti che «approssimandosi la scadenza elettorale ed essendo comunque necessario un ulteriore parere delle Commissioni parlamentari competenti ai fini dell’adozione, la riforma difficilmente potrà vedere la luce nel corso di questa legislatura».

VAI ALLA NOTIZIA

Alcuni consigli di lettura

Coppie e famiglie. Non è questione di natura, di Chiara Saraceno

Tra sfiducia e insicurezza: strategie e strumenti del servizio sociale, di Cristiana Pregno e Barbara Rosina

Welfare come diritto. Scenari e sfide del servizio sociale professionale, di Giuseppe De Robertis e Antonio Nappi

 

calendario
EVENTI ACCREDITATI

Qui di seguito l’elenco aggiornato:Tabella eventi accreditati e non 22.01.2013

16 FEBBRAIO, ASTI

Il Dott. Antonio Bellicoso propone il corso “Internet per il servizio sociale: strumenti, risorse e applicazioni di nuova generazione”.

Asti 16 febbraio 2013 Scheda iscrizione internet per il servizio sociale

19 FEBBRAIO, ROMA

Professional day:

Professional_Day_2013 Croas

Programma_Professional_Day_19_febbraio_2013

20 FEBBRAIO, TORINO

L’Ordine del Piemonte organizza per il giorno 20 febbraio 2013 dalle ore 14.00 alle ore 18.00 presso l’Educatorio della Provvidenza in Torino corso Trento 13 un incontro formativo con gli assistenti sociali che vorranno candidarsi a rivestire il ruolo di commissario per l’Esame di Stato  2013.

La partecipazione è requisito indispensabile per la presentazione della domanda fermo restando i requisiti sotto elencati:

– esercitare la professione da almeno 5 anni senza aver subito sanzioni disciplinari da parte dell’Ordine e/o dell’organizzazione di appartenenza;

-aver partecipato ad iniziative ed eventi formativi al fine di assolvere all’obbligo della formazione continua come previsto dal Regolamento approvato dal Consiglio Nazionale nella seduta del 24 ottobre 2009   (Art.12 modificato e integrato dal Consiglio Nazionale nella seduta del 27 febbraio 2010);

– aver svolto  attività di supervisore ai tirocini professionali nella misura di almeno un tirocinio nell’ultimo triennio;

– essere in regola con il pagamento delle quote di iscrizione all’Ordine.

Scadenza della presentazione delle domande fissata per il 18 febbraio 2013.

Gli interessati dovranno inviare una mail in segreteria autocertificando il possesso dei requisiti richiesti e confermare la presenza all’incontro seminariale del 20 febbraio.

Si allegano le linee guida per gli Esami di Stato

linee guida esami di stato

VAI ALLA NOTIZIA

7 MARZO, NOVARA

Il convegno intitolato “L’ascolto dei minori in ambito giudiziario“.

Per info, rivolgersi a Manuela Givoni 0321-378273

Programma del convegno

11 MARZO, FOSSANO

Il seminario, già realizzato a Torino lo scorso 30 novembre, verrà replicato in provincia di Cuneo lunedi 11 marzo 2013 con orario 14.30 – 18.00 e si terrà a Fossano in sala ancora da definire.

Se volete essere costantemente aggiornati rispetto alle novità dell’Ordine piemontese  potete iscrivervi alla newsletter utilizzando la finestra in basso a sinistra dell’home page o consultando periodicamente il sito.

Al seminario verranno attribuiti 3 crediti formativi.

Locandina-seminario-Laggressività-nei-servizi-sociali-11-marzo-2013-Fossano

VAI ALLA NOTIZIA

FEBBRAIO-MAGGIO, ASTI

Si segnala il programma del corso di formazione organizzato dal Corso di Laurea in Servizio Sociale, Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali, Istituto di Ricerca Sociale e Astiss, riservato agli assistenti sociali che attualmente collaborano, che hanno collaborato o che intendano collaborare con il  Corso di Laurea  per le attività inerenti il tirocinio professionale

Il corso di formazione proposto, come previsto nelle convenzioni tra Enti e Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”, ha anche lo scopo di approfondire la collaborazione e  lo scambio reciproco di saperi fra organizzazioni  del territorio ed Ateneo.

Come  risulta dal depliant allegato, sono in programma quattro incontri  formativi nella sede di Asti , che si svolgeranno tra fine febbraio e maggio 2013.  Non è previsto alcun costo di iscrizione, ma è obbligatorio iscriversi. Saranno riconosciuti 24 crediti formativi da parte dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Piemonte. Sarà rilasciato un attestato delle ore di frequenza. Il corso è riservato a 70 partecipanti, con particolare attenzione agli assistenti sociali che accoglieranno studenti in tirocinio.

Si invita  ad inviare la scheda di partecipazione, debitamente compilata, entro il 9 febbraio 2013, come indicato nel depliant allegato, a:

Sig. Daniela Rossin daniela.rossin@unipmn.it  oppure  servizio.sociale@uni-astiss.it

Per ulteriori informazioni potete contattare il Servizio  Tirocinio del Corso di Laurea in Servizio Sociale –  Sig.ra Daniela Rossin tel.: 0131.283.744  fax 0131.283.704   e-mail: daniela.rossin@unipmn.it

oppure la segreteria di Asti del  Corso di Laurea in Servizio Sociale tel.: 0141.354.013  fax: 0141.325.721

e-mail: servizio.sociale@uni-astiss.it

VAI ALLA NOTIZIA

 

ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DEL PIEMONTE

Redazione a cura di Carmela, F. Longobardi, Assistente Sociale e Giornalista Pubblicista

e di Andrea Pavese, Segretario dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Piemonte

Contattateci su twitter.com come @Francesca_Long e @andreapavese1

http://www.oaspiemonte.org/ – Tel. 011/568.41.13 – segreteria@oaspiemonte.org

  

Per non ricevere più questa newsletter, inviare un messaggio vuoto a segreteria@oaspiemonte.org 

scrivendo nell’oggetto: ”cancellare”.

N.B.: per farlo, usare lo stesso indirizzo che si intende cancellare.

 

Se ritieni utile la newsletter, consiglia ad altri iscritti di registrare la propria email.
Iscrizione Mailinglist

Riceverai un email con un link per confermare l’iscrizione

“Iscrivendosi si autorizza l’Ordine Assistenti Sociali Piemonte al trattamento dei dati personali nel rispetto del codice secondo il Decreto Legislativo n°196 del 30/06/2003”

 

Ultimo aggiornamento: 06-03-2013 13:46:24