Ordine Assistenti Sociali Piemonte

Newsletter n. 7 del 19 maggio 2013

NEWSLETTER – Ordine degli Assistenti Sociali del Piemonte

Se non visualizzi correttamente il messaggio, clicca QUI
LE TOP NEWS DI MAGGIO    Sintesi delle notizie principali Newsletter n. 7/2013-

L’ORDINE INFORMA

LA FORMAZIONE CONTINUA!

Quando decorre l’obbligo alla formazione continua?

Nel 2009, il Consiglio Nazionale aveva proposto un triennio di sperimentazione (2010-2012). Questo ha avuto fine. Nel 2012, con la riforma delle professioni del Governo Monti (D.P.R. 137/2012), si è previsto che tutte le 22 professioni ordinate adempiessero agli obblighi della formazione continua. Il DPR ha dato agli ordini un anno di tempo per adeguarsi. Il Consiglio Nazionale degli  Assistenti Sociali si è messo celermente al lavoro ed ha già realizzato la bozza del nuovo regolamento che ora è al vaglio del Ministero della Giustizia. Non appena verrà approvato verrà data la massima diffusione mediante pubblicazione sul sito, sulla newsletter e, su richiesta, in assemblee dedicate agli iscritti.

Quanti crediti formativi è tenuto a raggiungere ogni iscritto?

La bozza di regolamento ne prevede 20 all’anno anziché 30 (60 nel triennio anziché 90). Fino al 2016 non ci saranno verifiche ed eventuali sanzioni disciplinari per gli inadempienti poiché il primo triennio preso in esame sarà il  2013-2015.

In ambito deontologico?

Ogni iscritto è tenuto a conseguire 5 crediti (sui 20 previsti dalla bozza di regolamento). È previsto che il Croas organizzi eventi assolutamente gratuiti in tale ambito a favore di tutti. Per aumentare l’offerta formativa anche in ambito deontologico il Croas Piemonte ha deliberato la possibilità (con opportuni “paletti”) di attribuire crediti deontologici anche ad eventi organizzati non dal Croas stesso (fino ad oggi questo non era possibile).

È possibile chiedere di essere esonerati dall’obbligo alla formazione continua?

Sì, certo. In ogni caso si tratta di un esonero parziale. I 5 crediti “deontologici” sono sempre da conseguire. Al momento i criteri per l’esonero sono pubblicati sul sito. Con l’entrata in vigore del nuovo regolamento probabilmente verranno rivisti (con modalità più favorevoli all’iscritto) ma di questa novità daremo la massima diffusione.

Gli iscritti cosa devono fare per dimostrare di essere in regola?

L’ordine nazionale ha sempre affermato di voler attivare un sito “dedicato”  su cui ogni iscritto avrebbe avuto la possibilità di auto caricarsi i crediti ottenuti. Il software non è ancora operativo. Solo allo scadere del triennio 2013-2015 si potrà passare ad una fase di verifica “ a campione”.

I costi della formazione continua sono a carico di quale soggetti?

Gli Ordini regionali sono tenuti ad offrire agli iscritti convegni gratuiti per poter adempiere agli obblighi sulla deontologia. Il resto è a carico dell’iscritto. Tuttavia l’’offerta formativa è abbastanza vasta da consentire agli assistenti sociali di acquisire i crediti partecipando alle attività formative aperte e gratuite (nel 2012 sono stati accreditati 301 eventi: è vero, molti di questi riservati ai soli dipendenti dell’ente organizzatore ma anche molti altri aperti al pubblico e gratuiti). Sottolineo che un’ora corrisponde ad un credito.

Quali sono i canali per conoscere l’elenco delle attività accreditate?

Il canale principale è il sito, sulla sinistra della home page c’è il tasto ad esso dedicato. L’auspicio è che tutti coloro che organizzano eventi formativi facciano domanda prima di diffondere le brochure e le locandine così da evidenziare la dicitura “evento accreditato ai fini della formazione continua per aa.ss.” o quantomeno “è stato richiesto l’accreditamento..” . Molto spesso  l’accreditamento viene richiesto a ridosso della data dell’evento  e questo non ci consente adeguata informazione e pubblicizzazione ai colleghi.

Come avviene l’accreditamento?

È la commissione valutazione eventi ed accreditamento a decidere. La decisione viene poi deliberata in consiglio (per tale motivo i tempi si possono dilatare fino ad un massimo tassativo di  60 giorni per ottenere risposta). Qualunque iscritto può chiedere l’accreditamento all’evento a cui ha già partecipato (in questo caso si parla di accreditamento ex post).

I crediti valgono in tutta Italia!

Per maggiori info, leggere QUI.

EVENTI FORMATIVI A PAGAMENTO

Nel sito una sezione dedicata agli eventi formativi a pagamento.

Le informazioni sono selezionate in base a criteri deliberati dal Consiglio dell’Ordine.

Non si risponde sull’ organizzazione delle medesime.

24-25 maggio 2013 Punto d’ascolto sulla domiciliarità. Evento organizzato dall’associazione “La bottega del possibile”.

www.bottegadelpossibile.it      programma Punto d’Ascolto n.19 24-25 maggio 2013

Bologna 29-30-31 maggio 2013 corso “LA CAPACITÀ TRASFORMATIVA DELL’ASSISTENTE SOCIALE NEL LAVORO CON LE PERSONE ANZIANE A DOMICILIO E IN RESIDENZA” 

ProgrammaCorsoPiaci2013

L’ORDINE CAMBIA SEDE

L’Ordine Assistenti Sociali del Piemonte cambia sede.

A partire da lunedi 20 maggio 2013 gli uffici saranno operativi nella nuova sede di via Piffetti 49 (a 50 metri dalla fermata Metro Bernini).

Nella settimana 13-18 maggio saremo chiusi al  pubblico ma sarà possibile comunicare tramite mail.

In caso di urgenze potete contattare il nostro sportello  telefonico al numero 377-322.71.52.

Il fax non sarà operativo per tutta la settimana.

VAI ALLA NOTIZIA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

Segnaliamo la procedura di selezione finalizzata all’assunzione di 16 assistenti sociali da parte della società di servizi s.p.a. della val d’Aosta. Scadenza del bando: ore 12.00 del 27 maggio 2013.

Per informazioni consultare il bando:

bando di concorso 16 aa.ss. Aosta

ELEZIONI REGIONALI CROAS PIEMONTE

In vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale Ordine Assistenti Sociali del Piemonte (che dovranno tenersi entro l’estate) invitiamo tutti coloro che sono interessati a candidarsi o semplicemente a conoscere meglio le funzioni dell’Ordine ad un incontro pubblico che si terrà lunedi 27 maggio 2013 alle ore 16.00 in Torino presso la nuova sede  in via Piffetti 49 ( a 50 metri dalla fermata metro BERNINI).

La partecipazione è libera ma si deve obbligatoriamente segnalare la propria partecipazione con una mail a segreteria@oaspiemonte.org .

In caso di necessità l’incontro potrebbe tenersi in altra sede che verrà comunicata tempestivamente.

Per informazioni: Andrea Pavese, consigliere Segretario dell’Ordine 377-322.71.52

VAI ALLA NOTIZIA

LE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

Deliberazioni 2011

Deliberazioni 2012

Deliberazioni 2013

VAI ALLA NOTIZIA

SERVIZIO DI CONSULENZA AGLI ISCRITTI

Il Consiglio dell’Ordine Assistenti Sociali del Piemonte ha deliberato l’affidamento di un incarico di consulenza, a favore degli iscritti, in materia di rapporti tra Assistenti Sociali, Autorità Giudiziaria e Avvocatura. L’incarico è stato affidato all’assistente sociale specialista Tea Baraldi.

Il servizio, gratuito, è rivolto a tutti gli iscritti del Piemonte.

Chi volesse usufruirne, potrà inviare una mail alla segreteria dell’Ordine specificando sinteticamente l’oggetto del quesito (per valutarne la pertinenza) che verrà successivamente inoltrato all’esperto.

Per maggiori informazioni potete inviare una mail in segreteria o contattare il Segretario dell’Ordine, Andrea Pavese, al numero 377- 322.71.52, dal lunedi al venerdi, in orario 16.30-18.00

VAI ALLA NOTIZIA

BANDO SOSTOSS 2013

Segnaliamo la 17esima edizione del Bando di concorso premio tesi sulla storia del servizio sociale della SOSTOSS (società per la storia del servizio sociale).

Per ogni informazione consultate il file sottostante:

BanDO SOSTOSS 2013

NOTIZIE DAL CNOAS. Cnoas.it

Mai più femminicidio

L’Ordine degli Assistenti Sociali – Consiglio Nazionale aderisce con convinzione agli appelli che da più parti sono nati nel nostro Paese per la messa a punto di un piano di interventi per porre fine alla piaga del femminicidio.

E’ una strage continua nei confronti delle donne, che vengono troppo spesso lasciate sole ad affrontare le violenze e le vessazioni; è una strage che riguarda tutti noi da vicino, uomini e donne, visto che, sempre, le donne ammazzate sono madri, mogli, sorelle e figlie.

“Per affrontare questa tematica è necessario non solo un coinvolgimento di tutte le forze che operano sul territorio, ma anche un forte impegno culturale, sociale e civile – dichiara Edda Samory, presidente nazionale dell’Ordine. E’ necessario dare sostegno ai centri antiviolenza ed ai servizi che seguono le vicende familiari, visto che la violenza troppo spesso viene annunciata”.

“In prima linea, accanto alle forze dell’ordine e alle associazioni di volontariato, ci sono gli Assistenti Sociali dei Consultori e dei Comuni, che spesso riescono ad intercettare in tempo, prima che si trasformino in tragedia, i segni di  malessere e di pericolo delle donne, aiutandole ad uscire dal clima di paura, vergogna ed intimidazione in cui il compagno violento le chiude in una spirale difficile da rompere.

Occorre però potenziare il servizio pubblico, dotarlo di operatori competenti e in grado, per numero e preparazione, di offrire spazi di ascolto e di sostegno a donne troppo spesso sole e terrorizzate.

VAI ALLA NOTIZIA

NOTIZIE DA FANPAGE. Fanpage.it

Gli assistenti sociali hanno festeggiato il 1° maggio su twitter (oltre che in piazza)

La precarietà e la disoccupazione sono fenomeni che riguardano tutti, anche gli assistenti sociali. In Piemonte è nato il gruppo #ASprecari.

VAI ALLA NOTIZIA

NOTIZIE DA REDATTORE SOCIALE. Redattoresociale.it

Il direttore della Fondazione Zancan sulla proposta di “voucherizzare” le indennità di accompagnamento, lanciata dal viceministro alle Politiche sociali, Guerra. “Svincolarsi dall’approccio risarcitorio che caratterizza la nostra spesa assistenziale”

PADOVA – L’ipotesi di una “voucherizzazione” dell’indennità di accompagnamento per migliorare gli interventi  per le persone non autosufficienti e valorizzare il lavoro di cura è vista positivamente dalla Fondazione Emanuela Zancan di Padova. La proposta lanciata dalla viceministra al Lavoro e alle politiche sociali Maria Cecilia Guerra (vedi lancio nel notiziario del 14 maggio scorso) ricalca di fatto quanto da anni il centro studi padovano va ripetendo, come sottolinea il direttore Tiziano Vecchiato.
 
La proposta del viceministro rilancia di fatto un’idea che voi avanzavate da tempo.
È contenuta nel rapporto 2008 su povertà ed esclusione sociale in Italia Caritas-Zancan “Ripartire dai poveri”. Lì abbiamo per la prima volta affermato l’urgenza di svincolarsi dall’approccio risarcitorio che ha caratterizzato e tuttora caratterizza buona parte della nostra spesa assistenziale. Nel corso degli anni, rapporto dopo rapporto, abbiamo sottolineato i benefici considerevoli di un migliore uso delle risorse a disposizione, destinando parte di esse non più per trasferimenti economici ma per l’attivazione di servizi, con un indotto occupazionale positivo.
 
In particolare, citati alcuni esempi di migliore gestione delle risorse dell’indennità di accompagnamento
Si potrebbe, ad esempio, sperimentare un utilizzo più solidaristico di una percentuale di questi trasferimenti, trasformandoli in servizi gratuiti per tutti gli aventi diritto e garantendo un accesso privilegiato a chi è in condizione di maggiore bisogno. Un altro esempio: una quota potrebbe essere destinata a chi si dedica all’assistenza di persone non autosufficienti, rinunciando al lavoro e alla tutela previdenziale, accantonando un fondo a ciò dedicato.

WORLD SOCIAL WORK DAY 2013: Promozione dell’uguaglianza sociale – Sessione mattutina

In occasione della giornata mondiale del Servizio Sociale, Martedì 19 marzo 2013 dalle ore 9:30 abbiamo registrato dall′Aula Gialla della Facoltà di Economia il seminario dal titolo ″Promozione dell′uguaglianza sociale″ organizzato dal Corso di Laurea in Scienze Sociali in collaborazione con l′Università del Piemonte orientale.Il tema della Giornata Mondiale del Servizio Sociale 2013, estrapolato, come gli scorsi anni, dall′Agenda globale per il Servizio sociale e lo sviluppo sociale, è stato il ruolo del servizio sociale nel promuovere l′uguaglianza sociale ed economica.Questa prima sessione del seminario, dopo i saluti introduttivi, ha visto gli interventi: ″La dimensione internazionale del Servizio Sociale″ a cura di Giovanni Cellini – Docente dell′Università di Torino; ″Il principio dell′uguaglianza nelle politiche sociali″ a cura di Manuela Naldini – Docente dell′università di Torino; ″Giustizia sociale e Servizio sociale″ a cura di Elena Allegri – Docente dell′Università del Piemonte Orientale. In conclusione gli studenti dell′Università del Piemonte Orientale e dell′Università di Torino hanno presentato rispettivamente i contributi dal titolo ″Diversamente noi″ e ″Fermarsi per promuovere l′uguaglianza″.

GUARDA IL VIDEO

24-25 MAGGIO, TORINO

Riceviamo l’invito e diffondiamo il seguente evento organizzato dal Centro Studi “Hansel e  Gretel onlus” di Torino in collaborazione con l’Ufficio Pio San Paolo che si terrà presso il salone A.T.C. di corso Dante a Torino i prossimi 24 e 25 maggio .

Iscrizioni ed informazioni nel file:Brochure 24 e 25 maggio 2013 def.pdf Hansel e Gretel Torino

7 GIUGNO, GENOVA

IL COORDINAMENTO ORDINI ASSISTENTI SOCIALI – AREA NORD (VENETO,  LIGURIA, SARDEGNA, LOMBARDIA, PIEMONTE,  VALLE D’AOSTA, EMILIA ROMAGNA, TRENTINO ALTO ADIGE, FRIULI VENEZIA GIULIA) organizzano la

GIORNATA DI STUDIO

SERVIZIO SOCIALE E CALAMITA’ NATURALI

“…quando tutto ruota attorno al sociale …”

Il programma è ancora in fase di definizione.

http://www.oasliguria.net/Argomenti/Servizosocialeecalamit%C3%A0naturali/tabid/594/Default.aspx

 

ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DEL PIEMONTE

Redazione a cura di Carmela, F. Longobardi, Assistente Sociale e Giornalista Pubblicista

e di Andrea Pavese, Segretario dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Piemonte

Contattateci su twitter.com come @Francesca_Long e @andreapavese1

http://www.oaspiemonte.org/ – Tel. 011/568.41.13 – segreteria@oaspiemonte.org

  

Per non ricevere più questa newsletter, inviare un messaggio vuoto a segreteria@oaspiemonte.org

scrivendo nell’oggetto: ”cancellare”.

N.B.: per farlo, usare lo stesso indirizzo che si intende cancellare.

 

Se ritieni utile la newsletter, consiglia ad altri iscritti di registrare la propria email.

Iscrizione Mailinglist

Riceverai un email con un link per confermare l’iscrizione“Iscrivendosi si autorizza l’Ordine Assistenti Sociali Piemonte al trattamento dei dati personali nel rispetto del codice secondo il Decreto Legislativo n°196 del 30/06/2003”

 

Ultimo aggiornamento: 17-06-2013 18:08:34